Premi INVIO per vedere i risultati o ESC per uscire

I posizionatori per sale operatorie, accessori irrinunciabili in chirurgia

Quando un paziente entra in sala operatoria per essere sottoposto a un intervento chirurgico, è stata già decisa la sua posizione sul tavolo operatorio: supina, laterale o prona in tutte le loro varianti, come ad esempio la posizione di Trendelenburg in cui il paziente è sulla schiena ma con la parte superiore del corpo reclinata verso il basso, la posizione di Kraske in cui l’addome si trova in posizione rialzata rispetto a testa e gambe, e tantissime altre possibilità.

Paziente in sala operatoriaLo scopo principale di queste posizioni è quello di consentire ai chirurghi di raggiungere con facilità la parte da operare, così da portare a termine l’intervento nel modo più veloce ed efficiente possibile, ma occorre anche tenere in considerazione il comfort del paziente ed evitare che una disposizione innaturale del corpo possa causare dei danni.

Per raggiungere questo delicato compromesso, nelle sale operatorie sono fondamentali i posizionatori. Si tratta di oggetti di vario spessore, forma e dimensioni che, in modo analogo a dei cuscini, vengono collocati per mantenere il corpo del paziente nella posizione voluta.

Un buon posizionatore deve essere morbido ma saldo, realizzato con materiali biocompatibili e facile da igienizzare: e sono proprio queste le caratteristiche in base a cui N.O.R.I.S. ha scelto i posizionatori presenti nel proprio catalogo, costituiti da gel polimerici viscoelastici e disponibili in una gamma completa.

Nell’assortimento di soluzioni N.O.R.I.S. si possono trovare dai cuscini universali a quelli appositamente pensati per specifiche parti del corpo (es. testa, polsi…): chiedi un preventivo contattando lo staff dell’azienda di Parma allo 0521 615157.

Commenti

I commenti di questo post sono disattivati