Premi INVIO per vedere i risultati o ESC per uscire

Saturimetri, dispositivi fondamentali per il monitoraggio non invasivo

Altresì detti pulsi ossimetri, i saturimetri sono strumenti di fondamentale importanza per la rilevazione e il monitoraggio di uno dei parametri vitali più importanti per i pazienti, ovvero la saturazione in ossigeno (SpO2) del sangue.

Saturimetro presente nel catalogo N.O.R.I.S.Ciò avviene in modo assolutamente non invasivo, ovvero attraverso la trasmissione di un fascio luminoso caratterizzato da una particolare lunghezza d’onda attraverso una zona del corpo sottile che permette il passaggio della luce: tipicamente si tratta di un dito della mano, ma ad esempio è possibile misurare la saturazione anche attraverso il lobo dell’orecchio.

L’invenzione del saturimetro e la sua ampia diffusione iniziata intorno agli anni ‘70 ebbero un impatto straordinario a livello medico: in precedenza, infatti, l’unico modo per rilevare questo parametro era attraverso dolorose misurazioni invasive, per le quali servivano almeno 20-30 minuti prima di ottenere dei risultati: un intervallo di tempo inaccettabile, considerando che bastano appena pochi minuti di scarsa ossigenazione sanguigna perché si verifichino danni permanenti al cervello.

Oggi per fortuna è possibile contare su saturimetri, ai quali occorrono solo pochi secondi per fornire una misura precisa della saturazione in ossigeno, ed è per questo che tali strumenti sono considerati a livello medico dei veri e propri salvavita.

Un assortimento dei più evoluti e precisi saturimetri disponibili sull’attuale panorama internazionale di attrezzature medicali è offerto da N.O.R.I.S., azienda certificata secondo lo standard di qualità ISO 9001 specializzata in forniture in tutta Italia per ospedali, cliniche, ambulatori e tutte le strutture che, occupandosi di salute a 360°, vogliono poter contare su pulsi ossimetri estremamente affidabili per prendersi cura al meglio dei propri pazienti.

Commenti

I commenti di questo post sono disattivati